chat_balloon_title
chat_balloon_text

Contattaci 💬
Image

Pasqua a Matera

Viaggio di gruppo

0

La Passione Lucana

Nelle grotte dei Sassi si cela la capitale dei contadini, il cuore nascosto della loro antica civiltà.

Chiunque veda Matera non può non restarne colpito tanto è espressiva e toccante la sua dolente bellezza.”  (Carlo Levi)

In questo viaggio sarete accompagnati da:
Massimiliano Ferrari Di Vincenzo
In Terre di Granda Club
Image

1° giorno - 29 Marzo 2024 - Venerdì Santo a Montescaglioso

Ritrovo all’aeroporto di Milano Linate e disbrigo delle formalità d’imbarco per il volo diretto a Bari in partenza alle ore 10:55 e arrivo previsto alle ore 12:20. Arrivo in aeroporto, ritiro del proprio bagaglio e transfer privato per Matera.

Al nostro arrivo all’Hotel selezionato, ricavato nelle abitazioni storiche scavate nella calcarenite. Dopo l’assegnazione delle camere, partenza per  Montescaglioso, per la prima visita insieme la nostra Bussola d’Italia Raffaele. Uno dei tesori della Basilicata e denominato “Gioiello d’Italia”, Montescaglioso ricade nell’area archeologica storica e naturale del Parco delle Chiese rupestri del Materano. Qui l’Abbazia benedettina di S. Michele Arcangelo, sorta sulle rovine dell’Acropoli, rappresenta un unicum. Oggi avremo la possibilità di partecipare ad una delle principali rievocazioni storiche della regione, l’evento della Settimana Santa rispetta la trasposizione della “Processione dei Misteri”, vero rito secolare e giunto ai nostri giorni quasi immutato; le varie statue Sante vengono raccolte in un percorso delle varie chiese. La tradizione rimane viva anche nella pratica delle donne che cantano le antiche “Cantilene” che esprimono il loro dolore per Gesù.

Seguirà la cena e rientro in hotel. Pernottamento.


Image

2° giorno - Sabato 30 Marzo 2024 - Matera

Dopo la prima colazione in hotel, la giornata è interamente dedicata alla visita di Matera in passeggiata, accompagnati da Raffaele. Matera è un piccolo gioiello scavato nella roccia calcarea e Patrimonio UNESCO. Il tempo sembra essersi fermato nella città della Basilicata, dove il paesaggio circostante non è diverso da quello di un dipinto. Lo scrittore Carlo Levi, nel suo libro “Cristo si è fermato a Eboli”, la descrive così: “Chiunque veda Matera non può non restarne colpito tanto è espressiva e toccante la sua dolente bellezza”. Matera, che negli anni passati ha conquistato fotografi e registi, tra cui Henri Cartier-Bresson, Pier Paolo Pasolini e Mel Gibson, ha un fascino unico. Una bellezza complessa che si comprende soltanto quando si gira a piedi tra i vicoli stretti del centro storico e le case scavate nel “tufo”. Le stratificazioni della storia e il delicato rapporto con la natura circostante ne fanno un sorprendente museo a cielo aperto che continua ad ammaliare rapendo il cuore. Iniziamo nel “Sasso Barisano” con San Giovanni Battista, gioiello dell’architettura romanica della città con la sua bellissima chiesa che non passa inosservata. Situata nella piazza omonima, antico centro nevralgico da un punto di vista economico dove un tempo vi erano le “fovee”, ovvero le fosse granarie, la piazza è ancora tutt’ora il centro di incontro dei materani. Negli ipogei, visiteremo San Pietro Barisano, chiesa rupestre utilizzata per le sepolture dei monaci, per poi proseguire con Casa Cava, progetto di recupero che ha portato alla creazione di un anfiteatro in grotta unico al mondo. La visita in una Casa Grotta, antica abitazione tipicamente arredata,  servirà per meglio comprendere usi e costumi degli abitanti degli antichi Rioni Sassi di Matera prima del loro abbandono. Nel percorso sarà concesso in esclusiva l’apertura di una importante dimora storica: Palazzo Bernardini. Storicamente nota come Palazzo Ferraù o Giudicepietro, dominante i sassi di Matera, rappresenta uno dei rari esempi in Basilicata di dimora storica di una famiglia patrizia, dove sono ancora oggi conservati una parte significativa di arredi e dei decori originali. Seconda colazione in libertà. Il pomeriggio si prosegue scendendo nel “Sasso Caveoso” e a seguire in Piazza Duomo sarà la volta della Cattedrale di Maria Santissima della Bruna in stile romanico pugliese con un interno in stile rinascimentale e barocco. Il campanile a base quadrata a 4 piani domina lo sguardo, ma l’attenzione è catturata dalle decorazioni della facciata ed il rosone con la ruota della fortuna a 16 raggi. Le curiosità proseguono con un’altra visita fuori dai soliti circuiti con le cisterne per la raccolta dell’acqua piovana scavate nella roccia nella struttura ricettiva di Corte San Pietro che ospita inoltre l’opera d’arte“Idra” di Alfredo Pirri. Santa Lucia Alle Malve è una delle più importanti chiese rupestri del circuito dei Sassi, è stato il primo insediamento monastico femminile dell'Ordine benedettino, dove al suo interno nelle due nicchie centrali sono conservati 2 affreschi magnifici: uno che raffigura la Madonna del Latte e al suo fianco l'Arcangelo Michele.

Dopo la discesa nel Sasso Caveoso, tra panoramiche sul “Parco della Murgia”, la zona del “Golgota” scelto in vari film internazionali, si giunge al Piano, dalla forte impronta barocca che impreziosce Matera oltre a costituire il migliore affaccio sui tetti dei Sassi. La nostra giornata termina con la visita a Casa Ortega, luogo d’arte e di storia, nonché casa di un esule spagnolo: l'artista Josè Ortega, che proprio a Matera si lascia ispirare dai maestri cartapestai iniziando un'intensa attività artistica.

Rientro in hotel per prepararsi alla cena in ristorante selezionato. Pernottamento.


Image

3° giorno - Domenica 31 Marzo 2024 - I calanchi, Craco ed Aliano

Dopo la prima colazione, si raggiunge in bus privato la straordinaria zona dei Calanchi, qui, si cambia completamente scenario, immersi in queste colline argillose, i calanchi sono un vero tesoro geologico, un paesaggio lunare della Regione Basilicata. Si giunge e si visita Craco, “paese fantasma”, luogo che sconvolge, ma allo stesso affascina. Questo borgo, tanto misterioso quanto spettrale, si eleva su una collina di roccia bianca immerso tra i calanchi, pare essere una sorta di scultura naturale con le caratteristiche case scavate nella pietra, una torre normanna e le stradine distrutte nel centro del paese. Camminando per Craco vi sembrerà di avvertire le voci dei suoi abitanti, costretti a lasciare il paese per trasferirsi a valle in seguito ad una frana ed un terremoto. Qui il regista Francesco Rosi ha girato quasi interamente il suo film"Cristo si è fermato ad Eboli", ma tanti altri film sono stati girati in questo pittoresco luogo, tra questi “La passione di Cristo” di Mel Gibson infatti proprio nel borgo è girata la scena dell’impiccagione di Giuda. Armati di caschetti gialli, saremo protagonisti di un percorso della durata di circa un’ora e trenta, grazie ai volontari che hanno saputo mettere in sicurezza i percorsi per poterceli offrire. Raggiungeremo la torre normanna in cima al cocuzzolo argilloso. Trasferimento ad Aliano per la seconda colazione in taverna. Nel pomeriggio ci attende il borgo di Carlo Levi, una fila sinuosa di piccole case adagiate sulla cresta della collina e magicamente sospese su una distesa di calanchi, dando vita ad uno scenario stupefacente definita da Levi come “Mare pietrificato”. Lo scrittore, qui ambientò il suo libro “Cristo si è fermato ad Eboli”nel 1945, quando fu confinato in Lucania per le sue attività antifasciste, ebbe così modo di conoscere la realtà di quelle terre e della sua gente. Lo scrittore nelle sue ultime volontà espresse quella di essere seppellito ad Aliano tra i suoi contadini. Una piacevole passeggiata per il paese ci porterà a conoscere Carlo Levi.

Rientro in hotel e cena in libertà.


Image

4° giorno - Lunedì 01 Aprile 2024 - Miglionico e breve trekking nella Murgia Materana

Prima colazione in hotel e spostamento in bus privato per raggiungere Miglionico, per la visita della chiesa di Santa Maria Maggiore, dove è custodito il Crocifisso ligneo policromo del1600 a grandezza naturale, fonte d’ispirazione di Mel Gibson per il suo film “La Passione di Cristo”. Il Castello del Malconsiglio, situato sulla sommità di una collina che domina l’intera valle del Bradano è noto per aver ospitato nel 1485 la Congiura dei baroni. Si prosegue per la Cripta del Peccato Originale denominata la “Cappella Sistina”, la più antica e suggestiva testimonianza d’arte rupestre in uno scenario naturale suggestivo tra il corso del torrente e ampi uliveti su dolci colline. Seconda colazione in masseria. Il pomeriggio è dedicato al Parco Sculture La Palomba, sito in una ex cava di tufo nella Murgia materana oggi museo di scultura contemporanea dell'artista Antonio Paradiso, dove sono custodite  opere in pietra di Trani, in ferro e alluminio, materiali quest’ultimi ricavati dai resti delle Torri Gemelle di New York. Opera toccante dell’artista è “L’ultima Cena globalizzata”. Raggiungiamo a piedi il vicino Santuario di Santa Maria della Palomba dall’architettura tardo rinascimentale semi rupestre, sorto sui resti di un’antica chiesa dedicata alla “Madonna di Cava”di cui rimane traccia nell’immagine affrescata della Mater Domini sovrastante l’altare. Proseguiamo a piedi verso il belvedere di Murgecchia per ammirare il potente panorama sui Sassi di Matera, passando tra le grotte scavate dall’uomo e dove tra scorci meravigliosi e terrazze naturali apparirà maestosa alla vista della città e dei Sassi:  i Sassi osservati dalla sponda di fronte al Canyon sono qualcosa di incredibile.

 Segue la Cena in ristorante selezionato. Rientro per il pernottamento. 


Image

5° giorno - Martedì 02 Aprile 2024 - Saluto a Matera

Ultimo giorno materano, dopo la prima colazione in hotel, check out e deposito del bagaglio. Mattinata a disposizione per godersi gli ultimi istanti questa magica città e completare le visite personali.. Dopo la seconda colazione in libertà, incontro in hotel e partenza in bus privato verso l’aeroporto di Bari per l’imbarco su volo aereo con partenza alle ore 19:30 per Milano Linate.  Rientro nelle località di provenienza.


La quota comprende

La quota non comprende

Documenti richiesti

Prenotazioni, pagamenti e modalità di recesso

Direzione tecnica