chat_balloon_title
chat_balloon_text

Contattaci đź’¬
Image

I Tulipani del Bosforo ed i camini delle fate

Da mercoledì 10 aprile 2024 a martedì 16 aprile 2024

Viaggio di gruppo
10 aprile 2024
Iscrizione entro il 3 marzo 2024
Posti totali 15 • Partenza garantita a 12 iscritti

1.900 €

ISTANBUL E LA CAPPADOCIA

Istanbul è : tramonti sul Bosforo, i fiabeschi pinnacoli delle fate,  grandiose moschee, l’acqua che collega le sponde di due continenti ed il convivere di eleganza europea e fascino orientale. Tradizione e sguardo verso il futuro. Brulicanti Bazar ed il Festival dei Tulipani che invade la città con milioni di fiori colorati. 

…e poi, la Cappadocia è: Chiese rupestri ed intere città scavate nella roccia tra paesaggi lunari e l’alba vista dall’alto di una mongolfiera che sorvola un paesaggio unico a mondo.

In Terre di Granda Club
Image

1° giorno - Mercoledì 10 Aprile 2024 - I colori di Karakoy, L’Europa incontra Istanbul.

Ritrovo all’aeroporto di Milano Malpensa (volo da altri aeroporti su richiesta) e disbrigo delle formalità d’imbarco per il volo diretto per Istanbul in partenza alle ore 10.45.

 Arrivo a Istanbul previsto per le ore 14.35 e trasferimento in van privato all’hotel situato nel dinamico quartiere di un tempo chiamato Galata come la torre dei genovesi che ne rimane a memoria, oggi  noto anche come Karakoy. Dopo l’assegnazione della camere raggiungiamo il Pera Palace, l’hotel dell’Orient Express entrato del mito per i suoi lussuosi ambienti e per i personaggi che lo frequentarono da Agatha Christie ad Ataturk.  Qui ci concediamo l’inizio del racconto di questa affasciante città con un thè servito con delizie dolci e salate, che unirà idealmente la tradizione europea con quella orientale.  Dopo questa pausa una passeggiata nel quartiere “europeo” un tempo sedi di banche e società  del vecchio continente con interessi ad Istanbul e con un gusto eclettico e Liberty: il Palazzo di Francia, in stile Luigi Filippo, quello d’Olanda. a forma di tempio greco, o il Palazzo di Venezia, residenza cittadina dell’ambasciatore italiano, il tribunale di Francia, casa Helbig e casa Camondo sono alcune testimonianze insieme ad affascinanti “passage” alla francese dove trovare botteghe d’arte e ristoranti. Concludiamo con uno dei simboli di questa parte di città ovvero la Torre Galata, con le luci della sera che scende sulla città. Salita alla torre per goderci la straordinaria veduta prima della cena in un ristorante selezionato.

Pernottamento in hotel.


Image

2° giorno - Giovedì 11 Aprile 2024 - Moschee e bazar nel cuore turco della città.

Dopo la colazione, lasciamo l’hotel ed utilizzando il tram per raggiungere alcuni dei luoghi più iconici della città. Incontro con la nostra guida e visita all’Incredibile Aya Sofia, la Moschea blu, i resti dell’Ippodromo di Costantinopoli e l’affascinante Cisterna Basilica. Al termine ci spostiamo attraverso il parco fiorito del palazzo di Topkapi al Bazar Egiziano famoso per i colori della spezie ed i profumi d’oriente. Seconda colazione nello scenografico Olden 1772, un locanda antica di 250 anni ed un tempo chiamata Muhsinzade recentemente restaurata: sarà un vera coccola per gli occhi e per la gola, nel vivace quartiere di Eminonu tra antichi palazzi ed Art Decò. Nel pomeriggio non possiamo dimenticare la grandiosa Moschea di Solimano, che domina l’orizzonte della riva ovest del Corno d’Oro ed è da molti considerata la più bella tra tutte le moschee ottomane di Istanbul.Venne edificata tra il 1550 e il 1557 dal celebre Mimar Sinan su uno dei sette colli dell’antica Costantinopoli, dove si gode una vista stupenda dello stretto del Bosforo. Ci immergeremo poi tra i colori ed i profumi del gran Bazar immortalato in numerosi film ambientati in città.  Al termine, cena libera. 

Pernottamento in hotel.


Image

3° giorno - Venerdì 12 Aprile 2024 - Una città tanti mondi e due continenti: Balat, Fener e Kunzguncuk

Dopo la colazione, raggiungiamo il quartiere Fener e Balat forse meno turistici, ma di certo ricchi di suggestione e scorci caratteristici: Fener, condiderato un quartiere conservatore lo è veramente con i negozi di abiti tradizionali, donne e uomini che camminano separati e che frequentano luoghi differenti. Basta tuttavia svoltare l’angolo per trovarsi a Balat con le case coloratissime in legno. I vicoli tortuosi sono spesso abitati da persone umili, ma si respira un’atmosfera che ha conquistato artisti alla ricerca di un sapore un pò bohémienne. Qui è bello perdersi tra i piccoli negozietti e magari concedersi un caffè in una vera torrefazione. Da Fener ci spostiamo in Asia con il ferry a Uskudar. Seconda colazione libera e qui  scopriremo quindi il quartiere di Kunzguncuk , anche qui case colorate in legno, strepitosi affacci sul Bosforo e vie alberati dove si aprono eleganti negozi, rende questo esclusivo sobborgo una meta dove è molto piacevole sostare, curiosare ed osservare la vita. Tempo a disposizione per perdersi in questo angolo della città prima di spostarci per un caffè turco in una romantica casa con affaccio sulla mosche di Mimar ed il Bosforo.  Rientro in hotel e per la cena raggiungiamo l’animato quartiere di Kadikoi.

Cena in un locale selezionato. Rientro in hotel e pernottamento.


Image

4° giorno - Sabato 13 Aprile 2024 - Verso la Cappadocia


Dopo la prima colazione in hotel, trasferimento in aeroporto per l’imbarco sul volo per Kayseri. Arrivo verso le ore 12.35 e proseguimento in bus verso la Cappadocia settentrionale. Prima tappa sarà la Devrent Valley, conosciuta anche come Imagination Valley, un paesaggio dall'aspetto surreale. Si prosegue poi per Pashabagi chiamata anche la Valle dei Monaci perché qui gli eremiti cristiani hanno scelto di collocare celle e chiese eremitiche in pinnacoli a tre teste simbolici della Santissima Trinità. Qui sarà anche possibile vedere tutte le fasi della formazione dei famosi camini delle fate. Procediamo verso Avanos, il centro della ceramica della Cappadocia, questo villaggio si trova sulle rive del fiume Rosso. Esentepe offre con una vista spettacolare su Goreme, e la sua valle dominata dai camini delle fate, nude formazioni rocciose  e case rupestri. Terminiamo la giornata con il Castello di Uchisar, una vera cittadella interamente scavata nella roccia. Ci troviamo nel punto più alto della regione. Sistemazione in un caratteristico hotel ospitato tra le formazioni di calcarenite. Per la cena, vi invitiamo ospiti di una famiglia locale che ci accoglierà con tutti i riguardi del caso offrendoci un’autentica esperienza di immersione nel contesto locale.

Pernottamento in hotel.


Image

5° giorno - Domenica 14 Aprile 2024 - Il sogno delle fate

In primissima mattinata,  trasferimento privato con colazione per un’esperienza iconica: il giro in mongolfiera (se il tempo lo permette). Un volare dolce su uno dei paesaggi più celebrati del mondo. Al termine rientro in hotel per un pò di riposo e poi la giornata prosegue poi  con la scoperta della Cappadocia meridionale. Il tour inizia con una vista spettacolare che domina sulla Valle dei Piccioni per poi  raggiungere la Città Sotterranea di Kaymakli, una delle città sotterranee meglio conservate e più profonde della Cappadocia. Scopriremo gli ambienti ipogei utilizzati come stalle, cantine, magazzini, refettori, chiese e cantine. Il complesso di Göreme si sviluppa su otto piani, ognuno dei quali contiene quindici “abitazioni”, ciascuna capace di contenere circa cento persone. Vi sono diverse chiese e cappelle; un vero e proprio labirinto di gallerie. A causa del pericolo di crollo, il complesso é visitabile solo fino al quinto piano. Seconda colazione in un ristorante locale prima di proseguire per il Museo all'aperto di Goreme. Le chiese rupestri bizantine più importanti del mondo si trovano in queste valli un tempo remote, dove monaci e monache perseguirono la vita monastica dal 3° secolo in poi. Qui potremo vedere le pitture e gli affreschi rupestri bizantini meglio conservati dal periodo iconoclasta fino alla fine del dominio selgiuchide.  Rientro in hotel.

Cena libera e pernottamento in hotel.


Image

6° giorno - Lunedì 15 Aprile 2024 - Il sogno delle fate

Dopo la prima colazione in hotel, La mattina rimane a disposizione per godersi lo straordinario paesaggio di questa regione  magari  scoprendo i villaggi di Mustafa Pasa o Ürgüp o ancora Avanos. Seconda colazione in ristorante selezionato. Nel pomeriggio, trasferimento in aeroporto per il volo di rientro ad Istanbul previsto per le 18.15. Arrivo nella capitale turca per le ore 19.50. Sistemazione in hotel ad Istanbul e cena libera. Pernottamento.  


Image

7° giorno - Martedì 16 Aprile 2024 - I tulipani simbolo della Turchia

Dopo la prima colazione in hotel, check out dall’hotel e raggiungiamo il parco Emirgan a circa metà del corso del Bosforo. Un parco urbano di circa 117 ettari diventato il simbolo del Festival dei tulipani che ogni anno innonda di colori la città e soprattutto questo polmone verde. Il tulipano è uno dei simboli di questo paese che celebra con questo festival che prevede di interrare nel corso dell’inverno 12 milioni di bulbi che con la primavera vestiranno la città dei colori più sgargianti e meravigliosi che si possono immaginare. Il parco oltre ad essere il cuore dell’evento è un luogo amato dagli abitanti di Istanbul, che lo frequentano assiduamente. Tempo a disposizione per godersi le stupende visuali del parco sul Bosforo per un ultimo saluto alla città. Seconda colazione libera nel padiglione ottomano del parco o in uno dei locali lungo il Bosforo. Nel primo pomeriggio trasferimento in aeroporto per il volo delle 16.15 per Milano. Rientro nelle località di provenienza.


La quota comprende

La quota non comprende

Documenti richiesti

Prenotazioni, pagamenti e modalitĂ  di recesso

Note organizzative