Ciao!
Se hai bisogno di un consiglio o di aiuto utilizza la chat. In Terre di Granda Club è a tua disposizione.

Contattaci 💬
Image

Bosco Marengo e Cassine

Viaggio di gruppo

0

Tesori Inaspettati

L’alessandrino, è un territorio tutto da scoprire, in grado di sorprendere per la sua diversità e per la quantità di storie che ha da raccontare, un territorio in qualche modo di confine, contaminato dal mare che è lì, a un passo, e di cui si sente l'influenza nelle colture, nella cultura, nel clima ma anche dal Piemonte del vino, che qui prosegue con le sue colline ordinate e con i suoi piccoli borghi, dove conservano incredibili scrigni di arte che, vorremmo aprire insieme a voi.

A cura di Massimiliano Ferrari Di Vincenzo
In Terre di Granda Club
Image

Domenica 28 Aprile 2024

Partenza con bus GT dalle località convenute, per raggiungere Bosco Marengo. Al nostro arrivo, la nostra Bussola  d’Italia Davide Cabodi, condurrà la visita al Complesso Monumentale di Santa Croce, complesso tardo rinascimentale nato per volontà di Papa Pio V nel1566, al semplice scopo di nobilitare il suo paese nativo. Il progetto originale fu elaborato dal frate domenicano Egnazio Danti, matematico e geografo e dal fiorentino Nanni di Baccio Bigio con Martino Longhi il Vecchio di Viggiù. I lavori procedettero speditamente fino alla morte del Pontefice e dove dopo una pausa di un anno, continuarono sotto la protezione del nipote di quest’ultimo, il Cardinal Bonelli, alla cui morte, il convento poteva ormai dirsi ultimato e pienamente in funzione. Il convento è articolato in tre settori strutturati intorno ad altrettanti spazi aperti come il “Chiostro dei morti”, ai lati del quale si dispongono il refettorio, le cucine, vari locali di servizio e la sala capitolare. Il “Chiostro della cisterna”dove una cisterna grande è collocata sottoterra al centro del chiostro da cui prende il nome questo spazio, destinato alla clausura e alla formazione dei giovani novizi. Il “cortile rettangolare”, accoglie gli spazi  degli appartamenti privati del fondatore e spazi ad uso foresteria. La chiesa, a croce latina, ha un’unica navata con dieci cappelle intercomunicanti ai lati. Nel transetto si trovano il Mausoleo di San Pio V, voluto da lui stesso per potervi essere sepolto, l’altare Maggiore con il Crocefisso ligneo, il Coro ligneo del Gargioli, la pala del Giudizio Universale di Giorgio Vasari, l’altare di San Domenico e l’organo. Numerose le tele vasariane, derivanti in buona parte dallo smontaggio dell’altare maggiore che un tempo   fu una scenografia meccanica commissionata dal Pontefice al Vasari, sostituita poi dall’attuale altare marmoreo. Seconda colazione in libertà. Nel pomeriggio, visita del Complesso conventuale di San Francesco di Cassine, esempio in Piemonte di architettura gotica lombarda con influenze cistercensi, edificato dai Francescani Minori Conventuali intorno al 1232.  L’ambiente è impreziosito da affreschi trecenteschi con una originale Crocifissione, Storie dei Magi, l’Adorazione del Bambino, e la Vergine del Bambino. In un’ala dell’antico chiostro è presente il museo ecclesiastico, in cui si conservano un ciclo pittorico del XIV secolo, vari arredi sacri, sculture rinascimentali e reliquiari romani Rientro in pullman verso i luoghi d’origine del viaggio.


La quota comprende

La quota non comprende

Documenti richiesti

Prenotazioni, pagamenti e modalità di recesso

Note organizzative

Direzione tecnica