Hey cyclist!
If you need advice or help use the chat. The Cfp Cemon team is at your disposal.

Contattaci 💬
Image

Racconti di Scozia

Da sabato 31 agosto 2024 a sabato 7 settembre 2024

Viaggio di gruppo
31 agosto 2024
Iscrizione entro il 31 luglio 2024
Posti totali 15 • Partenza garantita a 13 iscritti

2.780 €

Racconti di Scozia

Antichi castelli, villaggi romanticamente adagiati sulle sponde di sinuosi fiordi, accoglienti locande di posta, storie di fantasmi da ascoltare con un bicchiere di buon whisky; e poi ... isole, “custodi” di incredibili patrimoni, le verdi Highlands e aristocratiche dimore delle famiglie dei clan più prestigiosi.

La nostra Scozia va vissuta da protagonisti di una favola … 

In questo viaggio sarete accompagnati da:
Giorgio Baravalle
Partenze da
Cuneo e Torino
In Terre di Granda Club
Image

Giorno 1. Sabato 31 agosto - Benvenuti in Scozia

Per coloro che usufruiranno del bus di trasferimento, partenza dalle località convenute per raggiungere l’aeroporto di Milano Malpensa . Ritrovo presso il Terminal. Ritrovo di tutti i partecipanti all’area partenze e disbrigo delle formalità di imbarco. All’arrivo trasferimento privato a Glasgow e sistemazione in hotel. Cena in hotel e Pernottamento.


Image

Giorno 2. Domenica 1 settembre 2024 - La Scuola di Glasgow, Loch Lomond e Invereray

Dopo la colazione, la. mattinata è dedicata ad una passeggiata alla scoperta del Patrimonio architettonico firmato  da Charles Ronnie Mackintosh. Dalla Stazione centrale alla tearoom, The Willow, e sino al capolavoro della sede della Scuola d’Arte (che ha subito i danni irreversibili di un grande incendio in occasione del 150 anniversario del celebre architetto) si scoprirà una città fortemente sottovalutata.  Seconda colazione libera e noi vi consigliamo di prenotare un tavolo alla leggendaria sala da the, The Willow per un immersione assicurata nel mondo della cosiddetta Scuola di Glasgow. Nel primo pomeriggio raggiungiamo le sponde del Loch Lommond, il bacino lacustre più grande di Scozia con una tappa fotografica per godere del panorama, prima di proseguire verso Inveraray, il romantico borgo “bianco” sule sponde del profondo fiordo di Loch Fyne. Visita al Castello ed ai giardini che circondano questa meravigliosa dimora ancora oggi di proprietà del clan Campbell. A seguire, sistemazione nell’hotel di charme  ospitato in una delle architetture storiche di questo pittoresco borgo. Cena tipica in ristorante selezionato e pernottamento.


Image

Giorno 3. Lunedì 2 settembre - Bute e le Orcadi Minori

Dopo la colazione, partenza per un tour che attraverserà una delle zone più belle e forse meno note della regione scozzese dell’Argyll. Una delle regioni dove la ricchezza della fauna e della flora scozzese si possono apprezzare a pieno: dalle aquile reali, ai cervi passando per le pulcinelle di mare. Raggiungeremo il nostro punto di imbarco per la piccola Isola di Bute per raggiungere Mount Stuart. Incontro con il personale della famiglia che ancora oggi gestisce la proprietà e che personalmente accoglie i visitatori con tutta l’eleganza di questa terra. Visita guidata privata al castello dalle monumentali forme neo-gotiche. La famiglia dei Conti di Bute, amante dell’architettura e dell’arte ha creato qui una roccaforte con oltre 25.000 volumi che vanno dalla botanica alle edizioni pregiate sino ai disegni di architettura. Un luogo forse inaspettato che si integra alla bellezza del contesto naturale tra la costa, il bosco ed i giardini ricchi di flora autoctona. Tea-brunch come esclusiva seconda colazione in sala riservata del castello, dove ci sentiremo tutti quanti veri aristocratici. Nel pomeriggio tempo a disposizione per godersi i giardini e poi rientro a Invereray per una serata nella magica atmosfera del borgo bianco. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.


Image

Giorno 4. Martedì 3 settembre - Glen Coe , la valle delle meraviglie ed il misterioso Loch Ness.

Dopo la prima colazione partenza verso il passo di Glen Coe con il nostro bus privato. L’imponente valle di Glen Coe è uno dei luoghi più suggestivi di tutta la Scozia: una strada immersa nel silenzio e nella solitudine che attraversa aspre vallate dominate dalle misteriose Three Sisters, tre gigantesche conformazioni rocciose, e dall’Anoach Eagach che sembra chiudersi sopra le teste dei viaggiatori. Un panorama senza eguali. A questo dovete aggiungere il fascino combinato del verde velluto che sembra accarezzare i crinali, i torrenti impetuosi che scrosciano con cascate fragorose, le vallette laterali nascoste e silenziose e le nuvole che quasi sempre risiedono basse lungo i pendii a oscurare il cielo e ad ammantare di mistero la valle. Seconda colazione libera e nel pomeriggio ci spostiamo a Fort Augustus per scoprire l’ipnotico fascino del lago di Loch Ness. Il lago reso famoso per le leggende sulla “creatura” che si dice vivere nelle sue profondità e soprannominata “Nessie”. E’ il bacino più ampio della valle Great Glen e si sviluppa per 37 km sino a Fort Augustus. Con una navigazione di circa 1 ora scopriremo anche il Caledonian Canal, una delle vie d’acqua di periodo vittoriano ancora funzionanti con un complesso sistema di chiuse idrauliche che per 100 km taglia la Scozia sino al mare sfruttando bacini naturali collegati con una serie di canali artificiali. Al termine delle visite trasferimento ad Elgin per la sistemazione in un hotel di assoluto charme scozzese. Cena in hotel selezionato e pernottamento.


Image

Giorno 5. Mercoledì 4 settembre - Elgin e i castelli incantati

Dopo la prima colazione, ci dedichiamo alla scoperta di uno storico lanificio che da oltre 200 anni offre lane di qualità e cashmere: Johnston las of Elgin.  Dopo una breve passeggiata raggiungiamo le  rovine della cattedrale gotica di Elgin: un luogo iconico che non poteva mancare come tappa del nostro itinerario. La cattedrale era definita in passato “la lanterna del Nord” perchè poteva essere avvistata, con la sua mole, da molto lontano. La sua costruzione iniziò nel 1224, quando al Vescovo di Moray venne concesso di spostare la sua sede dal vicino Spynie Palace ad Elgin, e continuò non senza intoppi, anzi: nel 1270 parte della struttura venne bruciata in un incendio e ricostruita, nel 1390 subì gravi danneggiamenti quando il Conte di Buchan – conosciuto come “The Wolf of Badenoch” – a seguito di una scomunica bruciò la cittadina e la cattedrale stessa per vendetta. Un altro incendio avvenne nel 1402 ma la cattedrale fu sempre ricostruita. Al termine partenza in bus alla volta  Seconda colazione libera. Subito dopo si raggiunge il castello di Dunrobin. Questa dimora è la più settentrionale delle grandi case della Scozia e la più grande nelle Highlands settentrionali, con 189 camere. Dunrobin Castle è anche una delle più antiche case continuamente abitate della Gran Bretagna risalente ai primi anni del 1300, ospita prima gli Earls (conti) e più tardi i duchi di Sutherland. Il Castello, dalle forme che riecheggiano il gusto francese con le sue torreggianti guglie coniche, ha visto le influenze architettoniche di Sir Charles Barry, ovvero colui che ha firmato il celebre Parlamento di Londra. Il Castello fu utilizzato come ospedale navale durante la prima guerra mondiale e come collegio ragazzi 1965-1972. Rientro ad Elgin per la cena in ristorante selezionato e pernottamento in hotel.


Image

giorno 6. Giovedì 5 settembre - Giardini e parchi

Dopo la colazione, prima di lasciare Elgin avremo modo di scoprire perchè questa località è sinonimo di buon Whisky con le sue note distillerie Glen Moray per raggiungere uno dei più importanti e magnificenti giardini d’Europa e sicuramente della Scozia: Drummond Castle. Esso risale al XVII secolo anche se fortemente ridisegnato e dotato di terrazze nel XIX secolo. I giardini formali che si possono visitare oggi sono stati piantumati negli anni ’50 del Novecento, ma mantengono tutte le caratteristiche del progetto originale con le bordure di bosso ed il faggio piantato dalla regina Vittoria in occasione della sua visita avvenuta nel 1842. Oggi i giardini del castello sono una location cinematografica particolarmente ricercata. Al termine della visita, tempo a disposizione per la seconda colazione libera. Nel pomeriggio trasferimento a Edimburgo e  visita ai luoghi principali del cuore della città. Il colore grigio della pietra delle facciate dona alla città un aspetto inconfondibile che con la musica della cornamuse offre una bellezza unica e sospesa nel tempo. Una vera acropoli che riecheggia la classicità ateniese si contrappone al centro medievale che ancora oggi rimane il cuore pulsante con il castello e la meravigliosa cattedrale. Cena in ristorante del centro storico e pernottamento in hotel.


Image

Giorno 7.Venerdì 6 settembre - Città alta, l’Atene del Nord e la Città Nuova

Dopo la colazione, visita ai luoghi principali del cuore della città. Il colore grigio della pietra delle facciate dona alla città un aspetto inconfondibile che con la musica della cornamuse offre una bellezza unica e sospesa nel tempo. Il Royal Mile è l’asse storico per eccellenza che conduce al medievale castello simbolo della città, mentre all’opposto sorge il palazzo di Holyrood. Pranzo in libertà e proseguimento della scoperta della città e dei suoi prestigiosi monumenti. Cena libera e pernottamento in hotel. 


Image

Giorno 8. Sabato 7 settembre - Ultimo saluto alla Scozia

Dopo la colazione,  mattinata a disposizione per le ultime visite  libere in città. Per chi lo desidera, possibilità  di escursione privata (supplemento euro 50,00 inclusivo di ingresso e trasferimento privato a/r) alla Rosslyn Chapel. Un luogo che ha goduto di una storia ricca e talvolta turbolenta. Fondato nel 1446 come cappella di famiglia, l'edificio era incompleto quando il fondatore, Sir William St Clair, morì nel 1484. Suo figlio, Sir Oliver St Clair, ha coperto il coro con la sua volta in pietra, ma non riuscì a completare il progetto originale del padre. Dopo la Riforma, la Cappella cadde in rovina e, nel 1650, le truppe di Cromwell attaccarono il Castello di Rosslyn e la usarono come stalla. Dopo un periodo di restauro, la Cappella fu restaurata nel 1862  tuttavia nel 1995, un rapporto evidenziava cil precario stato della cappella. Ciò ha spinto ad un importante progetto di conservazione intrapreso da Rosslyn Chapel Trust per conservare l'edificio per le generazioni future. Il successo del Codice da Vinci che qui è in parte stato ambientato ha favorito la diffusione della conoscenza di questo luogo.Seconda colazione libera e a seguire trasferimento in aeroporto per il volo di rientro in Italia. 


La quota comprende

La quota non comprende

Documenti richiesti

Prenotazioni, pagamenti e modalità di recesso

Note organizzative

Direzione tecnica